domenica 11 luglio 2010

GRANFONDO PREALPI BIELLESI






Stamattina sveglia alle 5,30 e poi appuntamento con Frenk e Matteo per la Granfondo prealpi Biellesi.Arrivati a Biella il cielo è nuvoloso,ma fa già caldo.Sbrigate tutte le faccende,entriamo in griglia,l'intenzione oggi è quella di aiutare Sabrina facendo i gregari.Alla partenza come al solito faccio un pò di fatica a carburare,gambe legnose e fiato da rompere,e poi per chiudere un buco ho dovuto fare una sparata a 60 km/h,però all'inizio della prima salita sono riuscito ad entrare nel gruppo dove c'era Sabrina,partita in prima griglia.Con me anche Frenk,Matteo e Andrea e così tiriamo un pò il fiato.Per Sabrina oggi non era una gran giornata,però con grinta e determinazione è riuscita a portare a termine una gara durissima,senza un metro di pianura.Finita la prima salita,è un continuo saliscendi senza respiro,fino al paese di Curino dove inizia la seconda salita,facciamo un ritmo regolare per non staccare Sabrina poi nel finale in falsopiano mettiamo il rapportone e cerchiamo di staccare una ragazza che in classifica precede Sabrina,ci riusciamo,e nella successiva discesa aumentiamo il vantaggio.In fondo 4 km. ci separano dall'inizio della prossima salita,mangiamo una barretta e via di nuovo con il naso all'insù,ma dopo un paio di km. la ragazza che abbiamo staccato rientra e se ne và,indubbiamente in salita ha un'altro passo.Anche quì saliamo regolari(19 km. di salita)e in cima fortunatamente fa un pò fresco,in discesa addirittura troviamo l'asfalto umido,ha piovuto da poco quindi si scende veloce ma con prudenza.In fondo il bivio dei percorsi,Andrea e Matteo svoltano per il medio e noi neanche il tempo di bere che si risale di nuovo,la salita più dura con gli ultimi 4 km. al 9% di pendenza media con punte del 16%.Saliamo piano scandendo il passo e arriviamo in cima alla galleria che fortunatamente per l'occasione è illuminata,però dall'altra parte ci accoglie dapprima una debole pioggia e poi dopo il Santuario di Oropa in discesa un bell'acquazzone rinfrescante.Così ho potuto mettere alla prova la frenata sul bagnato delle mie zipp in carbonio,che devo dire mi ha impressionato.Tutti dicono che non frenano niente,ma non è assolutamenta vero,io tenevo sempre i pattini appoggiati al cerchio per evitare di sporcarlo,e quando pinzavo per frenare sembrava di essere sull'asciutto,non una frenata lunga.


In fondo alla discesa nel frattempo non piove più,svolta a sx in una stradina stretta,e da quì fino al traguardo un susseguirsi di salite(la più lunga di 5 km. pedalabile) e di discese strette e tecniche dove mi sono sentito a mio agio e ho potuto tenere le traiettorie che volevo.Arrivati agli ultimi 4 Km. ho guardato la temperatura che segnava il Garmin,37° c'era da morire,ma ormai un'ultimo strappo,e il traguardo è a portata di mano.


Finisco i 136 Km. e 2900 mt. di dislivello in 05:38:10,avrei potuto anche arrivare prima,ma mi sarei perso la soddisfazione di aiutare Sabrina......

9 commenti:

  1. sei stato come Nibali per Basso..;)

    RispondiElimina
  2. complimenti per la gara,anche la pioggia ci voleva,almeno vi siete rinfrescati,io non so quanti litri d'acqua mi son buttato addosso.

    RispondiElimina
  3. Bravi ragazzi...
    L'anno prossimo una sola maglia per tutti??
    A presto,

    Marzio

    RispondiElimina
  4. Si ma a parte l'acquazzone che è durato 5 min. ha fatto un caldone anche da noi.....

    RispondiElimina
  5. Aiutare gli altri è sempre un Onorevole... Grande!

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutti per i complimenti.
    Marzio io spero di si,sarebbe molto bello....

    RispondiElimina
  7. Bravi ma alla fine lo scarto di due ti tiene in classifica finale?

    RispondiElimina
  8. In classifica ci sono,ma avendone saltate tre sono molto indietro,ma non mi interessa.Invece mi spiace per il brevetto,la caduta di Novi non ci voleva.....fa niente,sto già pensando all'anno prossimo.....

    RispondiElimina